Valerio Torre si esibisce al Sigep 2020 di Rimini

La pizza è il prodotto italiano per eccellenza, il piatto più semplice e nello stesso tempo il più versatile. Fondamentale la scelta degli ingredienti, a partire dalla farina. Al SIGEP di Rimini Valerio Torre si cimenta con la nuovissima farina CORE TIPO 1 di Molino Bongiovanni Torino dedicata alla pizza in pala e in teglia.

Valerio Torre, pizza chef pluricampione del mondo e neo consulente tecnico di Molino Bongiovanni, è tra i protagonisti del SIGEP 2020 di Rimini, l’appuntamento professionale più importante al mondo che dal 18 al 22 gennaio mette in mostra il meglio dell’Arte Bianca e del Dolce con la partecipazione dei migliori professionisti del nostro Paese.

Valerio Torre, siciliano di nascita e lombardo di adozione, titolare della pizzeria “Torretta Pizza” di Azzate (Varese), ha fatto della conoscenza e delle tecniche della preparazione della pizza e del pane una vera arte e una professione. Il maestro pizzaiolo è al SIGEP di Rimini ospite di Molino Bongiovanni (Pad D5 Stand 22) il molino torinese, che dal 1977 produce farine di grano tenero di alta qualità, in grado di soddisfare le esigenze di ogni tipo di cliente, dall’industria alimentare al piccolo artigiano.

La pizza è il prodotto italiano per eccellenza, il piatto più semplice e più nobile, il più classico e originale, il più versatile e onnipresente sulle nostre tavole. Ma ci sono tanti modi di fare la pizza e le varianti possibili sono praticamente infinite. La base è una sola: farina, acqua, sale e lievito. Pochi ingredienti semplici che in mani abili come quelle di Valerio Torre sono in grado di trasformare una pizza in un mondo di sapori, profumi e sensazioni uniche. Fondamentale la scelta degli ingredienti, a partire dalla farina.

La pizza in pala è una delle preparazioni più importanti tra i lievitati da forno della Cucina Romana e richiede una farina TIPO 1 specifica per pizza in pala e in teglia come la CORE di Molino Bongiovanni arricchita di prezioso germe di grano e perfetta per pizze alte, leggere e alveolate ricche di gusto e aroma. Creata e testata per ottenere risultati sorprendenti con impasti ad alta idratazione stabili e facili da gestire, sia con lievitazione diretta che con l’utilizzo di prefermenti o lievito madre.

«La farina CORE Tipo 1 è Indicata – spiega Valerio Torre – sia per la cottura diretta che per quella precottura e rigenerazione, con o senza abbattimento. Grazie al germe di grano mantiene a lungo la dolcezza e la fragranza della pizza appena sfornata».

«Facile da stendere e maneggiare – prosegue il maestro pizzaiolo – offre un ottima elasticità dell’impasto grazie alla sua alta capacità di idratazione. Ha una tenuta perfetta in lievitazione e un eccezionale sviluppo in cottura».

Facebooktwitterlinkedinmail